mercoledì 31 gennaio 2007

Piccole persecuzioni fastidiose

Ci son tante cose che sono convinto mi perseguitino.

Ad esempio, non ho un buon rapporto con le Smart: se rischio di essere investito, al 90% la macchina è di quella marca. Addirittura in due occasioni, per evitare che il guidatore guadagnasse 100 punti centrandomi in pieno, ho ricavato una simpatica distorsione alla caviglia! Insomma, un infortunio calcistico senza tutto il divertimento, l'agonismo e le imprecazioni di una partita. Anzi no, quelle ci sono state. E poi, camminare per qualche giorno come il buon Gregory House non mi è poi così spiaciuto...

Da un paio di giorni è tornata una delle più fastidiose persecuzioni: i lavori in un appartamento vicino. Questo fenomeno, noto anche col nome di "rompimentum timpanorum", comporta le seguenti cose: perdita di pazienza, buonumore altalenante, sveglia mattutina forzata, udito disturbato, ritmica confusa, e tante altre cose simili.

Guardiamo il lato positivo, almeno non sono sotto esame. E non fa caldo, costringendomi a tenere aperto il balcone, e, quindi, sentire meglio come i lavoratori riescano a rifare con i martelli l'attacco de L'ombelico del mondo di Jovanotti.

Ma ora so fino a quando continueranno i lavori in corso.