sabato 30 dicembre 2006

De capodannibus


Ogni anno vorrei organizzarmi in tempo per passare capodanno con i miei amici.

Ogni anno il discorso viene puntualmente ignorato, fino ai 3-4 giorni antecedenti il 31 Dicembre.

Ogni anno non si organizza niente di carino, o - guarda caso - per il poco tempo rimasto, o perchè alcuni han già provveduto per i fatti propri (a volte senza avvisare), rimanendo così in ancor meno persone, ancor più disorganizzate.

Probabilmente non c'è la stessa voglia di passare insieme l'ultimo dell'anno.

E alla fine, ogni anno aspetto che a'nuttata passi in fretta.


Buon anno a tutti.

venerdì 29 dicembre 2006

Memorandum dal 2006

E' importante voler essere liberi eT indipendenti, ma è altresì importante avere qualcuno (ad es. famiglia o amici) su cui poter contare nei giorni di pioggia.

Siamo creature in continua evoluzione, tornare indietro ci fa male. Sempre.

La coppia perfetta è quella dove uno sfotte l'altro, e ogni tanto si scambiano i ruoli.

Niente e nessuno può farti male, se tu non glielo consenti.

Impara a conoscere i tuoi limiti, e poi impara a superarli.

In amore, all'inizio l'uomo si comporta quasi sempre da stupido, e la donna lo tollera. Poi le parti si invertono.

Essere più bastardi (come si dice qui cazzimmosi) spesso può avere degli inaspettati risvolti positivi.

domenica 24 dicembre 2006

Tradizioni Tivù-lizie #2

Ci sono alcuni film che la tivù programma in periodi ben definiti, e soltanto in quelli ... uno di questi è sicuramente l'ottimo Una poltrona per due, commedia brillante con Dan Aykroyd, Eddie Murphy, Jamie Lee Curtis e tanti altri.

E' uno di quei film che gode di una particolare caratteristica: più passa il tempo, più diventa carino e godibile da guardare.

Se non sarete troppo presi dal cenone, vedevatelo stasera su Italia Uno.


PS. Vi giustifico soltanto se guarderete Nightmare Before Christmas su SKY *_*

sabato 23 dicembre 2006

Buon Natale ... e buone feste !!


Quale miglior modo di iniziarle, se non vedendo le nuove puntate dei Simpson stasera su Italia Uno alle 20.50 ?

venerdì 22 dicembre 2006

Xmas-Lag

Da ieri sono fermamente convinto che Natale venga questa domenica. E che sabato sia la vigilia, 24. E che oggi quindi sia il 23 Dicembre. E quindi, che anche quest'anno abbia fatto tutto quello che c'era da fare l'ultimo giorno.

Poi guardo il calendario, e vedo che invece non è così. Natale sarà lunedì, la viglia di domenica. E oggi è (ancora) il 22 Dicembre.

Sono l'unico con l'orologio biologico (o meglio, mentale) spostato di 24 ore avanti?

Restyling goes on ...

Con lo stesso spirito di evoluzione e ripresa della mia vita, che si è impossessato di me nell'ultima settimana, ho fatto dei sostanziali cambiamenti al mio spazietto privato (ma poi non tanto) dove ogni giorno ho (o meglio spero di avere) i miei 5 minuti di fama (sottoforma di qualche malcapitato che capiti qui, legga qualcosa e, magari, lasci anche un commento).

Onestamente, ero scettico nel passare alla nuova interfaccia di Blogger. La scritta "Non sarà possibile tornare indietro" è come trovarsi accanto Lucarelli che ti fa "Paura, eh?". Stasera ho osato sfidare la sorte (non prima di aver salvato il template, memore di altre esperienze) e devo ammettere che sono soddisfatto.

La nuova interfaccia è meravigliosamente facile, anche per chi non sa un tubo di html (io che un pò lo mastico). E, finalmente, le tag ai post (qui chiamate etichette, ma è l'istesso).

Anche se non ho ancora finito del tutto (mancano altre tag, e vorrei rimettere il box "Ultimi commenti"), vorrei un giudizio dai lettori sul nuovo stile. Se non vi ricordate il vecchio, il confronto non è necessario :-)

giovedì 21 dicembre 2006

Ne voglio uno!



Non sono adorabili? *_*

Non vi fanno venir voglia di...saccagnarli di legnate?

domenica 17 dicembre 2006

Fare pulizia...

Per rimettere in ordine la propria vita, la prima cosa da fare è eliminare il superfluo.

E' ripetendomi questa frase che, ad esempio, ho (finalmente) deciso di eliminare il vecchio MSN Live Space che usavo un anno fa, prima di trasferirmi qui. I motivi del trasloco erano chiari: era poco personalizzabile, pesante da aprire e gestire e poco utilizzato ... una perfetta inutility.

Il primo passo è stato farlo sparire qualche giorno fa dall'elenco blog a lato. Il secondo (ed ultimo) sarà compiuto tra pochi minuti. Rileggendo i (pochi) post lì presenti, ho capito in pochi minuti quanto inaspettatamente quest'anno mi abbia cambiato, nel bene o nel male.

Non sarà propriamente un punto di svolta della mia esistenza (anzi, decisamente non lo è. Diamine, non ho una vita COSI' noiosa), piuttosto un ulteriore passo avanti nel liberarsi di cose, ricordi e/o esperienze che non servono più.

sabato 16 dicembre 2006

Giocavatelo !!


Direi che la Nintendo vince il premio per il calendario dell'avvento più sfizioso con Mission in Snowdriftland.

Andate qui (o cliccate dal link sulla barra laterale del blog) e giudicate con i vostri occhi.

Ah, io sono arrivato al livello 12, con tutti i fiocchi di neve presi :)

Ultimo atto


E' ufficiale, da qualche mese a questa parte il 2006 si è rivoltato contro di me.

In pochi mesi ho perso quel pò di fiducia che avevo su tutto (amicizia, studio, amore, salute, etc ... ).

L'ultimo atto: l'esame di qualche giorno fa, dove un professore, normalmente calmo e pacifico, è sbottato in maniera esagerata rispetto al problema, spostando l'esame 2 ore in avanti e (non so quanto possano essere collegate le due cose) ammettendo solo una persona su 12 all'orale.

D'altronde tutto ciò ha avuto l'effetto positivo di "risvegliare" bruscamente quella parte di me più cinica e bastarda, che finora entrava in gioco solo saltuariamente ... mi sto convincendo che tutte le sventure degli ultimi mesi fossero finalizzate a questo.

Troppo buonismo può uccidere. Di diabete.

giovedì 14 dicembre 2006

American Dad, il punto


Non fa ridere.

Diciamocelo francamente, è il grande difetto di questo cartone. La puntata di oggi è stata leggermente più carina della prima (dopo la quale ho detto "Quest'è?"), ma niente che mi abbia fatto esclamare ad un nuovo successo di Seth MacFarlane (che è anche il papà dei Griffin per i non addetti ai lavori)

Riprendendo il dialogo di ieri con il saggio Andrea, persino le ultime puntate trasmesse in italia dei Griffin (4° serie) fanno più ridere, sebbene si fosse manifestato un netto calo rispetto alle prime 3 stagioni.

Mi ero informato un pò sul cartone, prima di vederlo (come faccio solitamente), e avevo letto che in America è quasi più seguito dei Griffin, tanto che la produzione della 4° serie dei Griffin era stata messa in stand-by per far concentrare più il team su AD (che non è Anno Domini, ma American Dad). Probabilmente perchè riguarda più da vicino alcuni aspetti della società Americana (ad es. il papà, Stan Smith, lavora per la CIA), ma non penso possa essere una ipotesi solida: anche altri cartoni (leggi South Park o I Simpson) lo fanno.

Sapevo inoltre che i personaggi sono riconducibili a quelli dei Griffin (ne sono praticamente i corrispettivi). Avevo grandi speranze in particolare nel personaggio dell'alieno, Roger, che mi era stato descritto come "una specie di ALF, più sarcastico ed intelligente", e mi sono ritrovato con un personaggio quasi anonimo e senza carisma. Come d'altronde il resto della famiglia.

lunedì 11 dicembre 2006

Profonda incertezza

Normalmente, quando vado a fare un esame so più o meno cosa aspettarmi: essendo praticamente verso la fine potrei definirmi un veterano, di quelli con medaglie, ferite di guerra e aneddoti da raccontare ad amici e parenti.

Invece è la prima volta che mi capita di andare ad un esame e non saper inquadrare la mia preparazione. E' da ieri che mi ripeto le solite domande:

- Ho studiato? Si.
- Avrei potuto fare qualcosa di più? Forse, ma o non ne ho avuto il tempo o la concentrazione necessaria.
- Il fatto che ti fai queste domande non ti fa pensare in qualche modo che tu non abbia una preparazione sufficiente? Probabilmente.
- Perchè allora sei qui a scrivere invece di continuare a ripetere? Ora vado.


...difatti vado.

venerdì 8 dicembre 2006

Trasformazione di un cattivo

Il Joker.

Uno dei miei cattivi preferiti in assoluto. Ha quello che caratterizza un "buon" cattivo: carisma, umorismo, e - soprattutto - una Risata cattiva con la R maiuscola, data dall'eccellente doppiaggio americano di Mark "Luke Skywalker" Hamill.

Ora, guardando i filmati sottostanti, qualcuno potrebbe spiegarmi come sia stato possibile passare da questo, che, alla pari di quello interpretato da Jack Nicholson, considero IL Joker...



(Trailer del film Batman Beyond - Return of the Joker)

...a questo orrore dettato dalla moda imperante di manga-izzare tutto?



(Tratto dalla nuova - oscena - serie animata The Batman)

Sono decisamente su due piani differenti. Per dirne una, la risata del primo è molto più perfida e carismatica di quella del secondo.

Ed è quella che so fare anch'io :)

giovedì 7 dicembre 2006

La felicità è un telecomando bianco. Attaccato ad una console

Oggi ho avuto modo di provare una delle console next-gen che si contenderà il mercato videoludico. Come si può evincere dal titolo, parlo dei Nintendo Wii.

Devo ammettere che, delle tre contendenti, questa è quella che mi incuriosiva di più: la scelta di puntare, più che su una potenza grafica impressionante (vd. Xbox 360 o, meglio ancora, PS3), su un nuovo modo di concepire il verbo "giocare" - rappresentato dall'usare una specie di telecomando al posto di un pad tradizionale - poteva rappresentare un punto di svolta, una ventata di freschezza nel panorama videoludico che negli ultimi anni ha iniziato a stagnare.

Quindi tutto rose e fiori? Quasi.

Per quanto strano possa sembrare - e per i primi secondi lo è, fidatevi - il tutto diventa davvero intuitivo pochi istanti dopo. Usare il telecomando per navigare tra i canali internet messi a disposizione (la Virtual Console - d'ora in poi abbreviata VC - è un must per quelli come me che vivono con gli emulatori delle vecchie console) o per fare qualche tiro a golf, tennis o bowling è davvero facilissimo, e per giunta realistico.

Punti negativi? Semmai qualche "seccatura": al lancio non c'è questa grandissima scelta (ma è un problema di tutte le console appena nate); l'assenza di Mario personalmente si fa sentire (gli unici giochi dell'idraulico più famoso del mondo attualmente disponibili dalla VC sono Mario Bros. e Super Mario 64...carini, si, ma dove sono Super Mario Bros., Super Mario Bros. 3 e Super Mario World? Meno male che almeno c'è Sonic); il prezzo dei giochi della VC acquistabili è mal calibrato (10€ per un gioco del Nintendo 64 mi va anche bene, ma 5€ per un gioco del Nintendo 8-bit mi sembrano un pò troppi).

PS. Wikipedia, cosa farei senza di te? :)

sabato 2 dicembre 2006

Frase del giorno...o della settimana...o del mese

La vita è una serie di deja-vu. Sono le piccole differenze tra loro che hanno importanza.