sabato 25 marzo 2006

Massì, diamo numeri così, senza pudor

dal sito di Repubblica :

La Casa delle Libertà in vantaggio di 1,1 per cento sull'Unione alla Camera in caso di affluenza superiore all'82% nel voto del 9-10 aprile. E' quanto risulta da un sondaggio della 'Euromedia Research', commissionato da Forza Italia [...] Secondo l'indagine, in caso di alta affluenza alle urne nel voto per Montecitorio, 82 per cento o oltre, la Cdl avrebbe il 50% delle preferenze e l'Unione il 48,9%. Invece, se l'affluenza fosse tra il 78 e l'82%, il dato sarebbe rovesciato: centrosinistra al 50,1% e centrodestra al 48,8%, con un 1,3% a vantaggio dell'Unione. Se infine l'affluenza fosse tra il 74 e il 78%, la forchetta a vantaggio del centrosinistra sarebbe ancora più ampia: Unione 51,3% e Cdl 47,6%, con un distacco per il centrosinistra del 3,7%.

mia personale riflessione (dal tono appena appena ironico) derivante da questi dati: sembra quasi che l'elettore medio della cdl dia per scontata la vittoria della propria coalizione, e ritenga quasi superfluo andare a votare. Au contraire, l'elettore medio dell'unione sembra quasi che muoia dalla voglia di partecipare attivamente alla vita politica italiana, esprimendo la propria preferenza. Già me lo vedo, svegliarsi alle 5.30 del mattino per andare a votare il prima possibile, eppoi di corsa a casa, a seguire tutti gli aggiornamenti sudando freddo, come fosse una finale di Champions League :°D