sabato 24 marzo 2007

Riflessioni dopo un venerdì di telefilm

Due puntate consecutive di Grey's anatomy non sono sempre reggibili, avendo il tf un ritmo tutt'altro che movimentato. Intendiamoci, è un bel telefilm, e si segue con piacere. Ma trovo che guardarne due puntate consecutive alla lunga possa dare un effetto sonnolenza, come con l'uso prolungato di certi medicinali. Infatti in america va in onda una puntata a settimana, tranne che per la Premiere della nuova stagione.

Huff è quanto di più lento e noioso ci sia. Persino Six Feet Under è più veloce nello svolgimento della trama dell'episodio. Si era ripreso fino alle 2 puntate precedenti (la puntata di Natale di settimana scorsa è stata probabilmente la migliore finora), ma la puntata di ieri ha un solo aggettivo per essere descritta: inutile. Diciamo che continuo a guardarlo per inerzia.

Si fa sentire la mancanza del buon Greg House. La 3° stagione di Dr.House è stata interrotta decisamente sul più bello. "Appuntamento in autunno" dicono. Allora perchè strombazzare che, evento più unico che raro, la messa in onda avviene in quasi contemporaneità con gli USA? A questo punto però anche mandare in onda repliche di stagioni precedenti sarebbe una presa per i fondelli per gli spettatori.