sabato 8 dicembre 2007

La7 = IPOCRITI!



Ora, la battuta è forte. Volutamente forte. Se qualcuno rimane scandalizzato è comprensibile, non tutti la pensiamo allo stesso modo.

Luttazzi nelle puntate precedenti ha fatto battute più "terribili" in quanto a crudezza. Trovo davvero da ipocriti usare questa come pretesto per sospenderlo, dopo che è andata in onda tranquillamente una settimana fa (come funziona a La7, controllano i loro programmi una settimana dopo la messa in onda?).

Se poi devo pensare a male, penso che guardacaso la puntata era un suo monologo di un paio d'anni fa sul conflitto in Afghanistan e Iraq dove parlava anche di fatti taciuti dai mezzi di (dis)informazione (tipo i costi astronomici di finanziamento che ci siamo accollati per la presunta "missione di pace").

Oppure: Luttazzi quanto faceva di ascolto? 2'500'000, diventati 2'700'000 nell'ultima puntata. Cifre che La7 se le sogna. Ora, Telecom ha appena cambiato gestione. Il nuovo ad Bernabé ha avuto di fatto l’imprimatur di Berlusconi tramite il Foglio, dove proprio Ferrara (guarda il caso) gli ha fatto una lunga sviolinata. Pare che nel patto tra Bernabé e Berlusconi ci sia che TIM non venderà La7 (la quale, in caso di acquisizione altrui, potrebbe riprovare a conquistare fette del mercato pubblicitario). E’ in qualche modo una riproposizione del patto che Berlusconi fece con Tronchetti Provera, e che prevedeva che Tronchetti distruggesse il progetto di “grande La7″ (quella con nanetto nel simbolo, Fazio, Dandini, Litizzetto ecc.) della precedente gestione Colaninno-Gnutti (come detto da Mytwocents).

Mmm...

Se La7 non farà marcia indietro, le auguro di tornare dove merita: nell'oblio.