martedì 22 maggio 2007

Ma tenere un attimo la bocca chiusa no, eh?

"Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male" Eduardo De Filippo

No. Non posso sopportarlo. Leggo quest'articolo e provo un senso di...di...sconforto. Misto a timore. Non è tanto per le sparate del tubo che lo psiconano non può esimersi dal fare - credo fossero inserite in una clausola in piccolo del contratto con gli italiani - quanto piuttosto per il tempismo. Domani sera si gioca la partita più importante di tutta la pseudo-stagione calcistica appena trascorsa. E, detto tra noi, sto faticando per tenere a bada il piccolo ultras che è in me. E lui invece di dare risposte evasive, come qualsiasi persona farebbe, no. Deve dare pronostici, pontificare.

Ricordo un bruttissimo precedente. Champions di qualche anno fa (2004, grazie Wikipedia!). Quarti di finale contro il Deportivo. Dopo la partita di andata in casa, vinta con un perentorio 4-1, il Milan ha praticamente la qualificazione in tasca. Lo psiconano ovviamente non può tacere, e pontifica già addirittura la vittoria della coppa. Risultato: alla partita di ritorno, il Milan crolla 4-0 e viene eliminato.

Ora, se malauguratamente domani sera non dovesse andare, so già con chi prendermela.